zanox

lunedì 5 settembre 2011

Una fenice, rinasce dalle proprie ceneri: la fragilità e la bellezza delle anime sensibili.

Quanti di voi, nella loro vita hanno avuto delle delusioni molto forti? spinti dalla tristezza o disperazione hanno maturato pensieri negativi o esageratamente auto distruttivi?...Le fenici rinascono dalle loro ceneri ogni volta, muoiono e tornano a volare con lo stesso entusiamo e l'energia di sempre, così l'uomo nella sua disperazione deve trovare, per istinto di sopravvivenza, la forza di tornare a "volare".
La vita alle volte ci mette a dura prova, una malattia improvvisa, la perdita di una persona cara, di un lavoro, un amore che finisce. Gran parte degli esseri umani, di fronte a situazioni fortemente negative, soffrono profondamente, il cervello cade in una spirale di profonda tristezza, per alcuni è la depressione vera e propria "nemica e distruttrice della materia grigia presente nel cervello", risultato: perdita di gioia, incapacità di provare felicità. Una depressione profonda  protratta nel tempo compromette, spesso irrimediabilmente, la gioia di vivere. Bisogna accantonare tutti i pensieri negativi, cercare di fare le cose che ci fanno stare bene, che ci provocano allegria gioia soddisfazione, bisogna imparare a godere delle piccole cose, ed imparare ad amare la vita. Le persone che soffrono maggiormente sono spesso le più sensibili, le più buone, coloro che hanno una grande capacità di amare, coloro che non amano ferire il prossimo, sempre disponibili, gentili, quelle che se ferite, diventano aggressive, perchè ogni piccola ferita costituisce una gran lacerazione nel loro cuore, queste anime nobile che sanno apprezzare ancora il profumo di un fiore, il cinguettio di un uccello, il calore del sole sulla pelle, le carezze del vento, a loro io mi rivolgo, perchè loro sono le vere fenici, precipitano nel baratro per rinascere ogni volta pronti a donare nuovamente amore, comprensione, condivisione ed empatia.
Piccole anime sensibili sparse nella moltitudine individualistica dominante, esseri diversi e speciali, talvolta folli, si, folli, perchè talvolta la follia cura i dolori delle anime sensibili rinchiudendole per sempre in un mondo surreale dove il dolore è dominato dall'alterazione della percezione.
Essere esageratamente sensibili significa percepire in maniera amplificata gioie e dolori, si soffre di più ma si gioisce anche di più, si è felici per un nonnulla e si piange per poco. Si! le anime sensibili, sono profondamente dolci, belle nel cuore dotate di forte propensione verso tutto cio' che c'è di artistico, la scrittura, la pittura il ballo, la musica; una persona austera, fredda, distaccata, che tipo di musica è in grado di comporre? e che genere di messaggio riesce a teletrasportare dal suo cuore al cuore e alla mente di un altro essere umano?.. Invece, un individuo dalle spiccate capacità emozionali puo,' con la creazione di una musica, una poesia, un libro, far vibrare profondamente le corde del nostro cuore conquistandoci commuovendoci, si, questa è la realtà, questa è la bellezza delle anime sensibili la coloritura e la profondità di sentimenti in tutte le sfumature, una persona così non conosce la parola invidia, perchè ha la gran capacità di apprezzare chi sa esprimersi e donare qualcosa di bello, di qualsiasi argomento si tratti: nel vedere qualcuno ballare bene, avrà la pelle d'oca, nel sentire cantare con armonia, sarà compiaciuto, e così via.
A questo punto mi domando? quanti di voi si riconoscono nelle caratteristiche di un'anima sensibile? quanti di voi sono capaci di non scagliare pietre e di far scudo con il proprio "corpo" nel tentativo di proteggere qualcunaltro solo per un senso innato di empatia e di giustizia? quanti di voi non provano gioia nel veder soffrire il proprio "nemico"? Ecco queste sono le vere fenici, coloro che si riconoscono in questo caratteristiche e che spesso maledicono la loro sensibilità sono le persone speciali, i ricchi di cuore con la grande capacità di saper leggere il cuore e la mente degli altri.

1 commento:

  1. Invidio il tuo essere così pacata... forse sono una fenice o forse sono una come tenta che va tentoni e che cerca di sorridere alla vita che l'arride

    RispondiElimina

Lasciate un commento: Grazie :-)!!!

Follow by Email

V. B. lw

buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...