Perché le statistiche in un blog Blogger non corrispondono ad analytics?

Molti di coloro che hanno un blog su blogger avranno notato che le statistiche delle visite, talvolta, danno risultati sorprendenti. Ma dopo un primo momento di entusiasmo, se andate a controllare il vero tracciatore di visite che è Analytics, vi accorgerete i che i dati non corrispondono: cosa significa e qual'è la fonte attendibile?

Perché le statistiche in un blog blogger non corrispondono ad analytics? Come verificarle

La fonte attendibile, in effetti, non è quella che arriva da Blogger, e questo perché nel tracciare il numero di visite blogger traccia anche lo spam o meglio le visite da referrer che in realtà non solo affatto visite organiche che provengono dal motore di  ricerca ma da siti spam. Questo traffico è indicato come traffico referral.

Analytics  legge le visite reali


Sebbene anche Analytics abbia un suo margine di errore, è l'unico che riesca a tracciare le visite reali di un blog o di un sito, sempre che il codice di tracciamento sia inserito in modo corretto nei siti sia che si tratti di blogger che di altri CMS. 


Perché le statistiche in un blog blogger non corrispondono ad analytics?


Google e il referer spam


Google è perfettamente consapevole che nel web ci sia molto spam e dunque di tanto in tanto analizza i siti e rimuove i canali spam ed i link colpevoli che si a"agganciano " al vostro sito per motivo ovvi di lucro. Ma con il tempo, questi canali spam ricompaiono o si modificano tornando ad esser conteggiati da blogger.

Il vostro sito magari, segna 400 visite al giorno, ma in realtà Analytics ne segna appena una cinquantina, ed è questo il vero dato da prendere in considerazione e non quello di blogger. Anche in altri CMS il refferer spam è presente, e spesso dipende anche dal servizio di hosting;  ma ciò accade spesso, in maniera minore, e viene bloccato anche da plugin appositi. 

Blogger è più esposto allo spam perché le richieste non si basano si Javascript ma avvengono via HTTP.  I referrer (referral) attraverso richieste HTTP riescono a fare segnare delle visite virtuali come traffico reale

Analizzare il traffico in blogger

Analizzando il traffico in blogger ci accorgiamo di quale sia effettivamente la provenienza delle visite. Possiamo così identificare quali sono i link spammer che accedono al nostro sito creando "la falsa visita" attenzione a non cliccarvi sopra. 

Attraverso search console potrete tentare di bloccarli ma servirà a poco perché si ripresenteranno in altro modo. Dunque, per esser sicuri di quante visite giornaliere ha il vostro blog si blogger dovrete avvalervi di Analytics e non del contatore interno di blogger. 

Mare fuori la serie TV di RAI 2 musica di sigla O' Mar For

E ' iniziata la proiezione della nuova serie Tv di Rai 2 Mare Fuori diretta da Carmine Elia con la partecipazione di Carolina Crescentini ed un cast di attori giovanissimi alcuni al primo debutto altri già noti agli schermi televisivi.

La sigla che apre ogni puntata della serie TV è cantata da Matteo Paolillo (25 enne), con la partecipazione di Raiz e musica prodotta da Lorenzo Gennaro (Lolloflow) musicista e producer 23 enne di Roma.  

Gli arrangiamenti del brano di O'Mar For sono di Stefano Lentini che ha orchestrato e prodotto altri brani della serie Tv di Rai 2. 


Mare Fuori su Rai 2


Di cosa parla Mare fuori


La serie TV di RAI 2 composta da 12 episodi raggruppati in 6 puntate che andranno in onda il giovedì sera sul canale RAI è incentrata su storie di vita di giovani ragazzi che, per motivi diversi, si trovano a vivere la loro vita  all'interno del carcere minorile.  

Filippo (Niola Maupas), Edoardo (Matteo Paolillo), Ciro (Giacomo Giorgio), e Carmine (Massimo Caiazzo), sono 4 giovani minori le cui vite si incrociano e si assomigliano, almeno nella situazione contingente, in quanto, non tutti sono giovani sbandati. 

Alcuni di loro sono bravi ragazzi, finiti in galere per eventi tragici, incidenti mortali che li hanno condotti a vivere in carcere insieme a coetanei provenienti dalla malavita locale e da famiglie camorristiche ben note alle forze dell'ordine.


Gli educatori, presenti all'interno del carcere interpretati da Carolina Crescentini, Carmine Recano, assumono un ruolo importante per quanto riguarda il benessere ed il tentativo di recupero dei ragazzi. 

Giovani vite spezzate da una tragedia, quasi tutti condannati o in attesa di giudizio per reati gravi. Vite segnate dalla nascita come quella di Natidza, giovane zingara interpretata da Valentina Romani, vite segnate, forse perse per sempre...

Storie di vita che si intrecciano, atti di violenza che testimoniano il bullismo, la prepotenza, ma anche la voglia di riscatto ed il diritto ad una seconda opportunità. Un film realistico, attuale, che pone l'accento su una delle problematiche dei carceri minorili. 

Dalle sbarre del carcere di Nisida si scorge il mare... ed è proprio da questa scena che si origina la sigla 'O Mar For canzone cantata da Matteo Paolillo (Edoardo nella serie) e prodotta da Lorenzo Gennaro (Lolloflow producer e rapper trap).

I due ragazzi, infatti, insieme a Pj Jellinek, fanno parte di una crew emergente la Suba Crew e sulla scia delle emozioni generate dalla serie in fase di lavorazione,  hanno dato vita a questo brano musicale molto sentito intimamente. 


Suba Crew: in foto Matteo Paolillo "Icaro", Lorenzo Gennaro"Lolloflow", Pietro Jellinek  "PJ"


Giovedì 23 Settembre è stata la serata della grande uscita di Mare Fuori la prossima puntata la 2° è prevista per Giovedì 1 Ottobre su Rai 2. Assisteremo alla narrazione delle storie di vita che  hanno condotti in carcere altri protagonisti importanti. 

Scontri ed incontri, tra disperazione, routine quotidiana, colpi di scena, allegria e  anche musica e buona recitazione.





Mare Fuori nasce dall'idea di Cristina Farina. Soggetto e puntate di Maurizio Careddu sceneggiatura di Maurizio Careddu, Peppe Fiore, Luca Monesi Cristina Farina e Paolo Piccirillo, per la regia di  Carmine Elia.


Sport insonnia e melatonina: rimedi naturali per dormire



Lo sport tonifica il corpo, rinforza il sistema immunitario, e aiuta a produrre endorfine migliorando l'umore e aiutando l'organismo a reagire meglio allo stress e agli agenti esterni, sia batterici che virali, ma anche a patologie del sistema neurologico e, in particolare modo, alla depressione. Ma esiste un rovescio della medaglia in quanto l'attività sportiva può far insorgere disturbi del sonno e insonnia.