zanox

sabato 4 agosto 2012

Banco da falegname: caratteristiche e prezzi (storia)

Quella del falegname è una "tradizione" che risale  ai tempi della nascita dei mobili, lo stesso Giuseppe padre di Gesù era un semplice falegname, un mestieri, quindi, vecchio come il mondo calato in una tradizione che permette la realizzazione di mobili in modo artigianale.
Il banco da falegname è uno degli strumenti più rappresentativi ed importanti del mestiere dell'artigiano falegname,  utilizzato per  la lavorazione manuale del legno, consente di tenere fermi i legnami nelle posizione più conveniente e comoda per il taglio, la piallatura, la foratura, in modo che tutte queste operazioni possano essere effettuate con entrambe le mani libere.

 Banco da falegname: cenni storici

Il primo modello di banco da falegname nasce durante l' epoca romana, quando a seguito della diffusione di un arnese, la pialla, emerge la necessità di fissare solidamente il pezzo da piallare con cunei, pioli, o fermi incastrati verticalmente nel tavolo di lavoro.
In seguito a questa esigenza nascerà il primo banco da falegname successivamente rinvenuto  nel 1934,  in Germania, esattamente si tratta  di un banco da falegname di epoca romana (circa 250 a.C.), composto un robusto pancone di legno di quercia di circa 7 cm di spessore, lungo 2,55 metri e largo 36 cm, con quattro mortase inclinate adottate  per incastrarvi le gambe, che erano quindi presumibilmente divaricate. Vi era poi una quinta mortasa vicino ad una delle estremità, e con molta probabilità  andava ad  ospitare un fermo verticale utile per  bloccare l'asse da piallare. Banchi simili, con poche variazioni, sono rimasti in uso, in Europa, fino al XVIII secolo, quando le morse a vite sono diventate di uso comune sui banchi da falegname.

Il banco da falegname oggi
La nuova industria ha soppiantato quasi tutti i mestieri artigianali, ma quello del falegname, è un mestiere che continua a sopravvivere, nelle piccole aziende artigiane e nelle industrie.
Il falegname ha la necessità di utilizzare diversi macchinari e attrezzi per poter realizzare i mobili che spesso risultano come delle vere e proprie opere d'arte, uno degli elementi primari è senza dubbio il banco da falegname, gli attuali banchi da lavoro sono molto simili a quelli del passato, realizzati in legno massello ( olmo faggio., castagno) dello spessore di 5-7 cm, la lunghezza varia dai 2 ai 2,5 m, mentre la larghezza dai 50 ai 65 cm.
Il banco da  falegname serve per inchiodare, tagliare, piallare, carteggiare, inoltre fornisce da supporto a vari piccoli attrezzi.
Nell'acquisto di un banco da falegname, possiamo orientarci verso prodotti nuovi o in alternativa usati, se ne trovano alcuni antichi decisamente molto belli a prezzi spesso superiori all'usato.
Da 692,12 euro.


http://www.hobbylegno.biz/banchi-falegname-c-3.html è possibile trovare diversi modelli con prezzi  a partire dai  

Banco Falegname in Ontano mod. 13115, lunghezza mm. 1500, con cassetti e antine


Ulteriori notizie e siti che vendono banchi da falegname:
http://notizieinvetrina.over-blog.it/article-banco-falegname--guida-all-acquisto-85867587.html

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento: Grazie :-)!!!

Follow by Email

V. B. lw

buzzoole code Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...