Passa ai contenuti principali

Presepe natalizio: storia e realizzazione

Il presepe tradizionale ha origini nel medio evo, durante questo periodo storico si usava mettere in scena la natività, mediante rappresentazioni che vedevano come protagonisti gli uomini, in seguito le presenze umane vennero sostituite dalle prime "statuette" che erano a misura d'uomo.
Intorno al 700 circa, si pensò bene di ridurre le dimensioni delle statue, le quali aumentarono di numero si unirono ai classici Gesù, San Giuseppe e Maria con i re Magi, personaggi del luogo, bottegai, pastori, lavandaie, maniscalchi, spesso ispirati a usi e costumi del luogo: " presepe popolare ", di cui il più noto è sicuramente il "presepe popolare napoletano".
" Il presepe storico ", che è il secondo tipo di presepe esistente, tende a riprodurre fedelmente usi costumi e personaggi legati alla tradizione bibblica con tanto di ambientazione caratteristica.

Costruire un presepe

La prima regola da rispettare è quella di mantenere un certo grado di buon gusto, considerando che il presepe Natalizio, risponde comunque a dei canoni fortemente religiosi.
Detto questo, possiamo realizzare il "nostro presepe" in mille modi diversi.
Si puo', in maniera originale, ottenere una grotta scavando mezza pagnotta di pane, e porre all'interno le statuette, oppure si possono realizzare le statuette in maniera semplice con dei coni di carta e palline in polisterolo o da ping pong, per poi  vestirle a nostro piacimento, in alernativa possiamo comprare delle piccole statuette e rivestirle con gesso marrone (acquistabile nei centri brico), ed ottenere delle finte statuette di gesso. Se, invece, amiamo le cose semplici, e non vogliamo impegnarci più di tanto, acquisteremo le statuette del tipo e delle dimensioni che più ci aggradano, e realizzeremo il nostro bel presepe.
Una volta acquistate le statue, compreremo dei fogli di carte roccia, carta stellata per il cielo, fili luminosi (micro-lucciole musicali), una fontana, un fuoco, legnetti ghiaietto e alberelli che potremo realizzare utilizzando rametti di piante del giardino, infilzati su di mezza patata che fungerà da base,  o acquistando dei piccoli esemplari in vaso.
Per prima cosa riempiremo, cio' che deve rappresentare le montagne, con carta di giornale che andremo a rivestire con la carta roccia precedentemente "stropicciata", assembleremo la volta stellata e porremo le luci in modo tale da nasconderne i fili. la grotta si puo' realizzare utilizzando una scatola (scatoloncino o scatola per le scarpe), che andremo a rivestire in modo morbido con la carta roccia.
Se abbiamo abilità e pazienza possiamo ralizzare un fiumiciattolo sfruttando una pompa di ricircolo piccolina, otterremo un laghetto con un contentore di plastica trasparente o celeste, o in alternativa, comprando una piccola vaschette per tartarughe, il fiume, con un tubo di 4 - 5 centimetri di diametro tagliato per la larghezza solo per il tratto visibile e rivestito lungo i bordi con carta stagnola. In alternativa è più facile non tagliare il tubo ed ottenere una piccola cascata libera con l'acqua che va a ricadere nel laghetto. Per realizzare  un presepe innevato si possono acquistare le bustine  o le bombolette di neve artificiale,  o in alternativa spolverare il presepe con semplice farina da cucina. Le luci musicali, e lo scorrere dell'acqua, creeranno la giusta atmosfera anche nel presepe  più semplice possibile.






  http://www.youtube.com/watch?v=XbaNC30x-gQ    "presepe musicale"

Commenti

Post popolari in questo blog

Cover personalizzata per smartphone

La moda e le tendenze  ci hanno reso più attenti non solo per quanto riguarda l'abbigliamento ed il design, ma anche per tutta una serie di prodotti che un tempo non destavano molta attenzione. Sto parlando delle cover e delle custodie per tablet e smartphone prodotti tecnologici che appartengono alla nuova era del 2000. C'è chi si accontenta di cover e custodie tablet e laptop semplici e dozzinali e chi invece ama i prodotti più ricercati. Una cover personalizzata per smartphone avrà sicuramente un impatto più gradevole, potremo sentirla nostra ed anche farla diventare un bell'oggetto che  ci ricorda qualcosa, un 'icona della nostra vita se la personalizziamo con una foto ad esempio, di un viaggio, o in coppia con una persona per noi importante. 


Cover personalizzata per smartphone: tante idee  Se cercate un'idea d'autore e volete entrare in possesso di una cover personalizzata per il vostro smartphone potrete avvalervi di siti on line che offrono questo stup…

Divani letto con penisola: modelli, consigli e cenni storici

Il primo divano nella storia fu creato nel Paleolitico in seguito all'esigenza delle popolazioni di posare da qualche parte il loro pesante strumento di lavoro,  erano realizzati  in pietra. Solo più tardi si pensò di usare altri materiali, quali il legno e  il metallo, per rendere questo supporto più comodo e consono alla sua funzione. Entrato nella Storia, l'uomo iniziò a pensare che tanto lusso fosse destinato esclusivamente a una classe d'elite. I primi ad usufruire dei divani, furono i Faraoni dell'Antico Egitto e per un certo tempo,  il divano rimase una comodità riservata unicamente alla classe governante. Durante il Medioevo, gli Ottomani rivoluzionarono completamente il concetto di divano il quale divenne di uso comune, sia nelle classi  ricche che tra la popolazione benestante. Durante il governo di Luigi XV di Francia, i cittadini riuscirono finalmente ad ottenere il loro tanto agognato divano,  ma  solo  nel 1941  divenne di uso comune e destinato a tutti…

Salsa cubana e gestualità: come imparare a muoversi

I Balli caratteristici  del Caraibe sono numerosi, oltre alla ben nota salsa, derivante dal  Son, nelle sue varianti: Cubana, Portoricana, Losa Angles e New York Stile, troviamo la romantica Bachata e il Merengue di provenienza domenicana, inoltre vanno ricordati i  balli folcloristici provenienti da Cuba quali la Rumba e l'Afro. Il  più giovane e moderno dei balli che sta spopolando in Cuba è sicuramente il reggaeton, qualunque sia il genere danzario che decidiamo di ballare e interpretare è buona norma perfezionare il proprio stile grazie a dei corsi specifici di gestualità. Attualmente i corsi digestualità o portamentoesistono sia al femminile che al maschile, anche se, tendenzialmente sono in prevalenza corsi al femminile, mentre gli uomini di solito frequentano sporadici stage di gestualità. A mio avviso l'uomo ha maggior difficoltà, rispetto alla donna ad acquisire determinati movimenti corporei. Nei corsi di gestualità femminile di salsa cubana, si insegna l'uso del c…