Passa ai contenuti principali

SIAE dove come e quando pagare i diritti d'autore

Sia a Dicembre che a fine Maggio e nel mese di Giugno le scuole di danza e tutte quelle discipline sportive che si avvalgono dell'uso di musiche, dovranno pagare i diritti SIAE per eventuali saggi e spettacoli previsti in questo periodo. 
Molte associazioni sportive, palestre e circoli, non sanno che pagando il normale abbonamento annuale, a mio avviso abbastanza contenuto (130 euro circa), si potrà usufruire di due saggi l'anno in tutta tranquillità, per saggi aggiuntivi verranno applicate le tariffe SIAE relative e variabili, in base alla location scelta e al numero dei partecipanti.
SIAE: dove come e perchè...

Perché pagare la SIAE?


I biglietti qualora siano venduti sono soggetti a tariffa SIAE mentre nel caso vengano associati alla quota saggio e dati in  omaggio non dovranno pagare tariffe.
Tutti gli eventi in cui immagini e supporti audio visive, (musiche, canzoni, proiezioni di immagini e video), siano presenti, è richiesta tassativamente la quota da versare come per i diritti d'autore alla SIAE.
Per le iscrizioni annuali ci si dovrà rivolgere alla sede di zona ove è strutturata l'attività (palestra, locale ecc.), mentre per il pagamento dei soli occasionali eventi o saggi, ci si dovrà rivolgere alla sede locale di appartenenza del teatro o della struttura ospitante. Per vedere qual'è la vostra sede di zona cliccate qui: "sede di zona SIAE elenco".
Nel medesimo sito on line troverete i moduli da scaricare in relazione al tipo di necessità prevista (utilizzatori e autori):
  "Programma musicale", "colonne sonore", "Programma fonovideografico","copie private", "emittenti radiofoniche", "multimedialità", "opere teatrali", "opere letterarie", "arti visive", "Pubblico registro cinematografico","multimedialità", "musiche su cellulari", e così via. Consultate la seguente pagina per scaricare la modulistica [qui].
Gli uffici SIAE ricevono generalmente dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00.

Tutela economica dell’opera

I diritti di utilizzazione economica d'autore, durano per tutta la vita dell’autore e fino a 70 anni dopo la sua morto, dopo tale periodo l’opera perde i diritti i quali vengono ceduti nel pubblico dominio. Nel caso di opere in collaborazione il termine si calcola con riferimento al coautore che muore per ultimo.

L’opera caduta in "pubblico dominio" è liberamente utilizzabile senza autorizzazione ne compensi per diritto d’autore, purché si tratti comunque di dell’opera originale e non di una sua elaborazione.

Commenti

Post popolari in questo blog

Cover personalizzata per smartphone

La moda e le tendenze  ci hanno reso più attenti non solo per quanto riguarda l'abbigliamento ed il design, ma anche per tutta una serie di prodotti che un tempo non destavano molta attenzione. Sto parlando delle cover e delle custodie per tablet e smartphone prodotti tecnologici che appartengono alla nuova era del 2000. C'è chi si accontenta di cover e custodie tablet e laptop semplici e dozzinali e chi invece ama i prodotti più ricercati. Una cover personalizzata per smartphone avrà sicuramente un impatto più gradevole, potremo sentirla nostra ed anche farla diventare un bell'oggetto che  ci ricorda qualcosa, un 'icona della nostra vita se la personalizziamo con una foto ad esempio, di un viaggio, o in coppia con una persona per noi importante. 


Cover personalizzata per smartphone: tante idee  Se cercate un'idea d'autore e volete entrare in possesso di una cover personalizzata per il vostro smartphone potrete avvalervi di siti on line che offrono questo stup…

Divani letto con penisola: modelli, consigli e cenni storici

Il primo divano nella storia fu creato nel Paleolitico in seguito all'esigenza delle popolazioni di posare da qualche parte il loro pesante strumento di lavoro,  erano realizzati  in pietra. Solo più tardi si pensò di usare altri materiali, quali il legno e  il metallo, per rendere questo supporto più comodo e consono alla sua funzione. Entrato nella Storia, l'uomo iniziò a pensare che tanto lusso fosse destinato esclusivamente a una classe d'elite. I primi ad usufruire dei divani, furono i Faraoni dell'Antico Egitto e per un certo tempo,  il divano rimase una comodità riservata unicamente alla classe governante. Durante il Medioevo, gli Ottomani rivoluzionarono completamente il concetto di divano il quale divenne di uso comune, sia nelle classi  ricche che tra la popolazione benestante. Durante il governo di Luigi XV di Francia, i cittadini riuscirono finalmente ad ottenere il loro tanto agognato divano,  ma  solo  nel 1941  divenne di uso comune e destinato a tutti…

Salsa cubana e gestualità: come imparare a muoversi

I Balli caratteristici  del Caraibe sono numerosi, oltre alla ben nota salsa, derivante dal  Son, nelle sue varianti: Cubana, Portoricana, Losa Angles e New York Stile, troviamo la romantica Bachata e il Merengue di provenienza domenicana, inoltre vanno ricordati i  balli folcloristici provenienti da Cuba quali la Rumba e l'Afro. Il  più giovane e moderno dei balli che sta spopolando in Cuba è sicuramente il reggaeton, qualunque sia il genere danzario che decidiamo di ballare e interpretare è buona norma perfezionare il proprio stile grazie a dei corsi specifici di gestualità. Attualmente i corsi digestualità o portamentoesistono sia al femminile che al maschile, anche se, tendenzialmente sono in prevalenza corsi al femminile, mentre gli uomini di solito frequentano sporadici stage di gestualità. A mio avviso l'uomo ha maggior difficoltà, rispetto alla donna ad acquisire determinati movimenti corporei. Nei corsi di gestualità femminile di salsa cubana, si insegna l'uso del c…