Passa ai contenuti principali

Paul Gouguin: Da dove veniamo? che siamo ? Dove andiamo?

L'artista nel corso della sua vita, si distaccò lentamente, dall'espressione naturalistica accentuando progressivamente l'astrazione della visione pittorica, calandosi pienamente nell'espressionismo.
Nelle sue  opere  abbondano forme piatte di colore puro estremamente  semplificate con la rinuncia alla prospettiva e agli effetti di luce e di ombra, secondo uno stile che fu chiamato sintetismo.
Nel nuovo stile di Gauguin " il cloisonnisme o sintetismo"  il colore si chiude in zone, così che la scena si presenta in superficie e si annulla ogni rapporto tra spazio e volumi, stile  al quale rimase sempre fedele pur sviluppandolo durante tutta la sua vita e portandolo a piena maturità nelle isole dei mari del Sud, quando si propose di rappresentare artisticamente l'accordo armonico della vita umana insieme a  tutte le forme naturali, secondo una concezione allora ritenuta tipica delle popolazioni primitive.
Nell'opera ritratta intitolata, l'artista si pone degli interrogativi che si rifanno alle tematiche esistenziali tipiche, da sempre, del genere umano:
Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo?...
Nel periodo in cui l'artista realizzò il dipinto, scrisse ed inviò numerose lettere a vari amici ( Monfreid,Andrè Fontainas,Charles Morice), in cui esprimeva i concetti contenuti nel dipinto.
  • "Dove andiamo" è espresso dalla figura dell'anziana donna che il pittore vede prossima al passaggio ad "altra vita".
  • "Da dove veniamo" è rappresentato dalla figura simbolica del piccolo bambino adagiato in terra su di una coperta vicino a tre giovani donne.
  • Che siamo" viene espresso nella totalità delle immagini presenti 
 L'uccello raffigurato rappresenta "l'essere inferiore", mentre le due figure sinistre che si intravedono dietro ad un albero, prepongono il concetto di "uomo e scienza" l'umana specie nella sua erudita superiorità, la natura circostante è immersa in vesti paradisiache in cui l'essere umana si abbandona a gioia e felicità.
Il quadro fu realizzato in un tempo assai breve (circa un mese).
L'opera che è datata 1897 è un olio su tele di grandi dimensioni 139 x 374,5.
Viene considerata come una sorta di testamento pittorico dell'artista, in quel periodo le sue condizioni psichiche e fisiche stavano lentamente aggravandosi, in questo paradiso terreno il pittore si esprime e si consola. L'opera fu ultimata frettolosamente, ciò nonostante è una delle opere fondamentali nell'iter artistico di Gouguin. Nel 1898 fu esposta presso Vollard, mentre una copia schematica e quadrettata (disegno preparatorio), si trova al Musèe d'Art Moderne di Parigi.


  Paul Gouguin

Commenti

Post popolari in questo blog

Cover personalizzata per smartphone

La moda e le tendenze  ci hanno reso più attenti non solo per quanto riguarda l'abbigliamento ed il design, ma anche per tutta una serie di prodotti che un tempo non destavano molta attenzione. Sto parlando delle cover e delle custodie per tablet e smartphone prodotti tecnologici che appartengono alla nuova era del 2000. C'è chi si accontenta di cover e custodie tablet e laptop semplici e dozzinali e chi invece ama i prodotti più ricercati. Una cover personalizzata per smartphone avrà sicuramente un impatto più gradevole, potremo sentirla nostra ed anche farla diventare un bell'oggetto che  ci ricorda qualcosa, un 'icona della nostra vita se la personalizziamo con una foto ad esempio, di un viaggio, o in coppia con una persona per noi importante. 


Cover personalizzata per smartphone: tante idee  Se cercate un'idea d'autore e volete entrare in possesso di una cover personalizzata per il vostro smartphone potrete avvalervi di siti on line che offrono questo stup…

Divani letto con penisola: modelli, consigli e cenni storici

Il primo divano nella storia fu creato nel Paleolitico in seguito all'esigenza delle popolazioni di posare da qualche parte il loro pesante strumento di lavoro,  erano realizzati  in pietra. Solo più tardi si pensò di usare altri materiali, quali il legno e  il metallo, per rendere questo supporto più comodo e consono alla sua funzione. Entrato nella Storia, l'uomo iniziò a pensare che tanto lusso fosse destinato esclusivamente a una classe d'elite. I primi ad usufruire dei divani, furono i Faraoni dell'Antico Egitto e per un certo tempo,  il divano rimase una comodità riservata unicamente alla classe governante. Durante il Medioevo, gli Ottomani rivoluzionarono completamente il concetto di divano il quale divenne di uso comune, sia nelle classi  ricche che tra la popolazione benestante. Durante il governo di Luigi XV di Francia, i cittadini riuscirono finalmente ad ottenere il loro tanto agognato divano,  ma  solo  nel 1941  divenne di uso comune e destinato a tutti…

Salsa cubana e gestualità: come imparare a muoversi

I Balli caratteristici  del Caraibe sono numerosi, oltre alla ben nota salsa, derivante dal  Son, nelle sue varianti: Cubana, Portoricana, Losa Angles e New York Stile, troviamo la romantica Bachata e il Merengue di provenienza domenicana, inoltre vanno ricordati i  balli folcloristici provenienti da Cuba quali la Rumba e l'Afro. Il  più giovane e moderno dei balli che sta spopolando in Cuba è sicuramente il reggaeton, qualunque sia il genere danzario che decidiamo di ballare e interpretare è buona norma perfezionare il proprio stile grazie a dei corsi specifici di gestualità. Attualmente i corsi digestualità o portamentoesistono sia al femminile che al maschile, anche se, tendenzialmente sono in prevalenza corsi al femminile, mentre gli uomini di solito frequentano sporadici stage di gestualità. A mio avviso l'uomo ha maggior difficoltà, rispetto alla donna ad acquisire determinati movimenti corporei. Nei corsi di gestualità femminile di salsa cubana, si insegna l'uso del c…