Passa ai contenuti principali

Cambio di asilo: Disabilità="Chiara"è costretta a cambiare!

Dopo aver trascorso due anni nell'istituto di suore, in cui si trovava anche il fratello maggiore, i genitori di Chiara vengono  sollecitati a trovare un altro istituto, il motivo primario deriva dall'impossibilità di fornire alla bimba un opportuno sostegno didattico, forse l'avvicinarsi delle scuole elementari preoccupa le suore?...
I genitori di Chiara iniziano il pellegrinaggio da una scuola all'altra e si rendono conto, in breve tempo, che le strutture private non gradiscono bambini disabili, ricordo che Chiara è affetta da ritardo cognitivo. Ritengo doveroso citare un caso specifico in cui una suora, sebbene apparentemente molto dispiaciuta, si permise di esordire in questo modo:<< signora mi dispiace molto, ma qui la gente paga profumatamente per i propri figli, in questo contesto sociale non possiamo mescolare la frutta di qualità con la frutta marcia>>...non credo che ci sia bisogno di ulteriori commenti.
Chiara venne iscritta in una scuola pubblica di zona dove trascorrerà altri due anni di asilo, fino al compimento del settimo anno di età.
All'inizio la bimba non fu accettata con serenità dagli altri genitori, bastò un semplice episodio per gridare "all'untore" descrivendo una bimba dolce e tranquilla come "pericolosa e aggressiva", tutto questo a causa di un incidente involontario in cui Chiara nel chiudere la porta della classe schiaccio la manina di una compagna.
Non so voi, ma io personalmente quando avevo tre figli piccoli avevo provvisto porte e cassetti di accessorio di sicurezza, perché uno degli inconveninti più frequenti consiste proprio nello schiacciamento di qualche dito o manina mentre si aprono e si chiudono.
La situazione, per nulla simpatica si trascinò fino al giorno in cui la mamma di Chiara assistette involontariamente come spettatrice "all'epoca ancora anonima" ai commenti ingiuriosi e pesanti, da parte di alcune mamme delle classe di Chiara, nei confronti di sua figlia. La reazione primaria fu, oltre al grande dolore, e alla rabbia, quella di spiegare che sua figlia non fosse ne pericolosa ne aggressiva (non lo è mai stata), e le apostrofò concludendo:<<voi dovete solo ringraziare Dio che vi ha concesso la fortuna di avere dei bambini sani>>. Si, concordo pienamente! Molte persone non si rendono minimamente conto delle problematiche che insorgono in situazioni del genere, sia per il bimbo in questione che per la famiglia, inoltre molto speso il bambino "diverso" viene vissuto con fastidio e discriminazione, sia negli ambienti scolastici che sportivi, fortunatamente non è sempre e solo così, ma le ferite inferte a questi bimbi e alle loro famiglie sono decisamente molte...


La rabbia è forte
un dolore lacera la mente e il cuore
la forza ti sostiene,
le parole del riscatto 
escono come un fiume in piena.

Poi nel silenzio del tuo dolore,
passata la tempesta
avvolta da anime amiche
lasci che le lacrime scendano  liberamente.
riconquistando un equilibrio precario,
nella consapevolezza di un domani
 affolato lungo la via,
di "montagne da scalare".

Per Francesca

Mara Mencarelli


Commenti

Post popolari in questo blog

Cover personalizzata per smartphone

La moda e le tendenze  ci hanno reso più attenti non solo per quanto riguarda l'abbigliamento ed il design, ma anche per tutta una serie di prodotti che un tempo non destavano molta attenzione. Sto parlando delle cover e delle custodie per tablet e smartphone prodotti tecnologici che appartengono alla nuova era del 2000. C'è chi si accontenta di cover e custodie tablet e laptop semplici e dozzinali e chi invece ama i prodotti più ricercati. Una cover personalizzata per smartphone avrà sicuramente un impatto più gradevole, potremo sentirla nostra ed anche farla diventare un bell'oggetto che  ci ricorda qualcosa, un 'icona della nostra vita se la personalizziamo con una foto ad esempio, di un viaggio, o in coppia con una persona per noi importante. 


Cover personalizzata per smartphone: tante idee  Se cercate un'idea d'autore e volete entrare in possesso di una cover personalizzata per il vostro smartphone potrete avvalervi di siti on line che offrono questo stup…

Divani letto con penisola: modelli, consigli e cenni storici

Il primo divano nella storia fu creato nel Paleolitico in seguito all'esigenza delle popolazioni di posare da qualche parte il loro pesante strumento di lavoro,  erano realizzati  in pietra. Solo più tardi si pensò di usare altri materiali, quali il legno e  il metallo, per rendere questo supporto più comodo e consono alla sua funzione. Entrato nella Storia, l'uomo iniziò a pensare che tanto lusso fosse destinato esclusivamente a una classe d'elite. I primi ad usufruire dei divani, furono i Faraoni dell'Antico Egitto e per un certo tempo,  il divano rimase una comodità riservata unicamente alla classe governante. Durante il Medioevo, gli Ottomani rivoluzionarono completamente il concetto di divano il quale divenne di uso comune, sia nelle classi  ricche che tra la popolazione benestante. Durante il governo di Luigi XV di Francia, i cittadini riuscirono finalmente ad ottenere il loro tanto agognato divano,  ma  solo  nel 1941  divenne di uso comune e destinato a tutti…

Salsa cubana e gestualità: come imparare a muoversi

I Balli caratteristici  del Caraibe sono numerosi, oltre alla ben nota salsa, derivante dal  Son, nelle sue varianti: Cubana, Portoricana, Losa Angles e New York Stile, troviamo la romantica Bachata e il Merengue di provenienza domenicana, inoltre vanno ricordati i  balli folcloristici provenienti da Cuba quali la Rumba e l'Afro. Il  più giovane e moderno dei balli che sta spopolando in Cuba è sicuramente il reggaeton, qualunque sia il genere danzario che decidiamo di ballare e interpretare è buona norma perfezionare il proprio stile grazie a dei corsi specifici di gestualità. Attualmente i corsi digestualità o portamentoesistono sia al femminile che al maschile, anche se, tendenzialmente sono in prevalenza corsi al femminile, mentre gli uomini di solito frequentano sporadici stage di gestualità. A mio avviso l'uomo ha maggior difficoltà, rispetto alla donna ad acquisire determinati movimenti corporei. Nei corsi di gestualità femminile di salsa cubana, si insegna l'uso del c…