Passa ai contenuti principali

Mettere in ordine moduli e scarpiere: multifunzionalità

Vita frenetica, spazi ristretti ecco che il denominatore comune da utilizzare è ottimizzazione. Ottimizzare il tempo, stabilire le priorità ed organizzare la casa in modo che tutto sia al meglio. Non basta mettere in ordine  servono moduli e scarpiere: la multifunzionalità deve regnare sovrano, unico modo per sapere dove riporre gli oggetti e rendere gli spazi più ordinati e funzionali.



Mettere in ordine moduli e scarpiere: multifunzionalità in casa

Quante volte ci rendiamo conto che i giocattoli dei bambini sono troppi o i libri non trovano più spazio nella libreria? Per non parlare delle scarpe, necessarie per ogni occasione ed ogni stagione vanno riposte o utilizzate a seconda dei periodi dell'anno. Se non sappiamo più dove mettere le cose vuol dire che la nostra casa deve essere riorganizzata. E' vero che talvolta il problema oggettivo è imputabile allo spazio e che case troppo piccole non riescono a contenere gli oggetti più di tanto, ma è altrettanto vero che utilizzare mobili e moduli per arredare in maniera intelligente talvolta costituisce la soluzione giusta.

Come scegliere una scarpiera

Inutile acquistare una scarpiera che contenga dieci paia di scarpe se la famiglia è composta da 4 membri è ovvio che risulterà insufficiente. Quindi per prima cosa dovremo considerare il numero dei componenti che abitano la casa. In secondo luogo il  numero di piedi ed infine le attività svolte e le relative scarpe mediamente acquistate ed utilizzate nel corso dell'anno. Se vi sono membri che svolgono attività sportive in cui le scarpe vengono utilizzate dovrete considerare anche queste oltre a quelle normali da passeggio. Se amate gli stivali pensate a quante paia ne avete e a come riporli in modo adeguato o se magari come me avete molte scarpe da ballo beh vi consiglio di fare una scarpiera solo per quelle.

I bambini, invece possono usufruire anche di piccoli moduli e scarpiere di dimensioni contenute, questo fino a quando il loro piede sarà piccolo  e consentirà di inserire più scarpe anche in pochi ripiani. Detto ciò il consiglio quindi è di orientarsi verso scarpiere ben dimensionate, o addirittura scegliere un armadio scarpiera di quelli che possono contenere circa 40 paia di scarpe o anche più.
Le piccole scarpiere possono essere inserite nei corridoi, nei bagni, negli stanzini mentre ampie scarpiere e moduli multifunzionali possono essere adottati ad esempio nelle cabine armadio, ambienti che consentono di riordinare egregiamente le camere da letto ed il guardaroba.
Per questioni igieniche non consiglio le scarpiere nelle camere da letto qualora siano troppo piccole. Meglio optare per altre soluzioni, considerando che ad oggi si trovano in commercio scarpiere dal design incantevole.






Commenti

  1. Io come i bambini adoro scarpiera basse e comode a piccoli moduli che si trasformano in complementi di arredo da trasformare in mobili

    RispondiElimina
  2. Io come i bambini adoro scarpiera basse e comode a piccoli moduli che si trasformano in complementi di arredo da trasformare in mobili

    RispondiElimina
  3. Io adoro i complementi di arredo bassi, davvero bellissimi i design di questi mobili!

    RispondiElimina
  4. noi abbiamo già riempito una scarpiera e siamo solo in due.... ne occorre un'altra...

    RispondiElimina
  5. bellissime soluzioni per le scarpe. In effetti per loro lo spazio dedicato è indispensabile e mi piace che sia con stile!

    RispondiElimina
  6. Ottima idea per me che sono maniacale nel sistemare le mie scarpe,questa più e davvero geniale perché è anche un complemento di arrado.

    RispondiElimina
  7. Trovo le scarpiere davvero utilissime per sistemare tutte le scarpe che ho e se hanno anche un bel design allora sono un'idea geniale! Giorgia Minutoli

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciate un commento: Grazie :-)!!!

Post popolari in questo blog

Cover personalizzata per smartphone

La moda e le tendenze  ci hanno reso più attenti non solo per quanto riguarda l'abbigliamento ed il design, ma anche per tutta una serie di prodotti che un tempo non destavano molta attenzione. Sto parlando delle cover e delle custodie per tablet e smartphone prodotti tecnologici che appartengono alla nuova era del 2000. C'è chi si accontenta di cover e custodie tablet e laptop semplici e dozzinali e chi invece ama i prodotti più ricercati. Una cover personalizzata per smartphone avrà sicuramente un impatto più gradevole, potremo sentirla nostra ed anche farla diventare un bell'oggetto che  ci ricorda qualcosa, un 'icona della nostra vita se la personalizziamo con una foto ad esempio, di un viaggio, o in coppia con una persona per noi importante. 


Cover personalizzata per smartphone: tante idee  Se cercate un'idea d'autore e volete entrare in possesso di una cover personalizzata per il vostro smartphone potrete avvalervi di siti on line che offrono questo stup…

Divani letto con penisola: modelli, consigli e cenni storici

Il primo divano nella storia fu creato nel Paleolitico in seguito all'esigenza delle popolazioni di posare da qualche parte il loro pesante strumento di lavoro,  erano realizzati  in pietra. Solo più tardi si pensò di usare altri materiali, quali il legno e  il metallo, per rendere questo supporto più comodo e consono alla sua funzione. Entrato nella Storia, l'uomo iniziò a pensare che tanto lusso fosse destinato esclusivamente a una classe d'elite. I primi ad usufruire dei divani, furono i Faraoni dell'Antico Egitto e per un certo tempo,  il divano rimase una comodità riservata unicamente alla classe governante. Durante il Medioevo, gli Ottomani rivoluzionarono completamente il concetto di divano il quale divenne di uso comune, sia nelle classi  ricche che tra la popolazione benestante. Durante il governo di Luigi XV di Francia, i cittadini riuscirono finalmente ad ottenere il loro tanto agognato divano,  ma  solo  nel 1941  divenne di uso comune e destinato a tutti…

Salsa cubana e gestualità: come imparare a muoversi

I Balli caratteristici  del Caraibe sono numerosi, oltre alla ben nota salsa, derivante dal  Son, nelle sue varianti: Cubana, Portoricana, Losa Angles e New York Stile, troviamo la romantica Bachata e il Merengue di provenienza domenicana, inoltre vanno ricordati i  balli folcloristici provenienti da Cuba quali la Rumba e l'Afro. Il  più giovane e moderno dei balli che sta spopolando in Cuba è sicuramente il reggaeton, qualunque sia il genere danzario che decidiamo di ballare e interpretare è buona norma perfezionare il proprio stile grazie a dei corsi specifici di gestualità. Attualmente i corsi digestualità o portamentoesistono sia al femminile che al maschile, anche se, tendenzialmente sono in prevalenza corsi al femminile, mentre gli uomini di solito frequentano sporadici stage di gestualità. A mio avviso l'uomo ha maggior difficoltà, rispetto alla donna ad acquisire determinati movimenti corporei. Nei corsi di gestualità femminile di salsa cubana, si insegna l'uso del c…