Passa ai contenuti principali

Lo Zapateado in Cuba

A partire dal XVIII secolo, il popolo cubano elaborò pian piano danze che provenivano nella loro componente teorica, musicale e stilistica, da elementi coreutici coreografici e corali, dalle varie etnie presenti nell'isola in seguito al  proceso di colonizzazione.
Cuba è la madre di gran parte delle musiche latine, e non a caso il termine "afro cubano", rappresenta un modo per raccontare una realtà ben più ricca e complessa emersa dalla fusione della cultura africana, spagnola, aborigena, francese ecc.. Più legato alle origini spagnole è senza dubbio "lo Zapateado" prima, e la "guaira", dopo.
Lo Zapateado è una espressione danzaria, dalla quale deriva un genere di musica tradizionale del Messico, caratterizzata da un vivace ritmo punteggiato dalle calzature battenti dei ballerini. Il nome deriva dalla parola spagnola zapato, ossia "scarpa": zapatear significa battere con la scarpa ed è usato per riferirsi al lavoro percussivo fatto dal piede in alcuni balli ispanici e latini. Il ballo inoltre è divenuto popolare in varie regioni dell'America latina.
Lo zapateado mexicano è un derivato del son di origini cubane, combina suoni della musica tradizionale spagnola con un toque messicano e arabo.
Gli strumenti musicali per questo genere sono principalmente violino, tamburo chitarra.
Si tratta di musica profana, allegra e tipicamente meticcia, perché non si esegue mai nelle cerimonie religiose e non si trovano in essa nessuno dei tratti della musica indigena.
È un genere musicale strettamente legato al balle sociale (baile social) per coppie e esprime sempre la civetteria tra uomo e donna. Salvo alcune figure coreografiche, il ballo  si esegue suelto (sciolto), vale a dire, le coppie nell'eseguire la danza, non si toccano.
Tra i compositori spagnoli di rilievo dell'epoca ricordiamo: Paco de Lucía, la cui Percussión Flamenca è un pezzo per chitarra e orchestra molto popolare, Pablo de Sarasate, la di cui opere sono spesso arrangiate per violino e pianoforte, i brani  è ricci  di armoniche, doppi stop, pizzicati.

Abbigliamento

L'uomo indossa calzoni ampi di manta, senza tasche, legati alla vita con due cinghie dalla stessa parte destra.  Il coton (casacca) è legata e sciolta, con manica larga, senza collo e senza tasche. Un tratto caratteristico del vestiario è una tasca arrotondata chiamata “guicho”, confezionata con feltro nero o verde scuro che tramite due nastri dello stesso materiale si lega attorno alla vita, e che si utilizza per conservare denaro e altri piccoli oggetti.
Alla spalla si colloca,  un cappotto di lana a righe di colore nere, caffè e avorio, chiamato “cuixin”. Attormo al collo si lega un paliacate (scialle) colorato e sulla testa un sombrero di  tlapehuala, Calza lo huarache.
La donna veste con una gonna ampia con colori appariscenti fatta di popeline con disegno floreale o di broccato di seta taffetà, con una tela fine  nella parte inferiore.  La blusa, generalmente bianca, aperta davanti e altre volte abbottonata dalla parte di dietro, di manica larga o a tre quarti, collo alto e con l'orlo della gonna unito al vita. Tanto la gonna come la blusa sono adornate con pizzo cosiddetto bolillo e nastri colorati. I capelli generalmente sciolti, sono raccolti a formare una crocchia che viene adornata con asticelle bianche. Generalmente indossa anelli, collane e braccialetti d'oro, ed un mantello di color variabile, grigio, negro o indaco. Calza lo huarache  (scarpa a tacco alto).

Zapateado

Zapateado
                    

Commenti

  1. lo zapateado è ancora molto usato nei balli tradizionali in argentina e cile
    monica c.

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciate un commento: Grazie :-)!!!

Post popolari in questo blog

Cover personalizzata per smartphone

La moda e le tendenze  ci hanno reso più attenti non solo per quanto riguarda l'abbigliamento ed il design, ma anche per tutta una serie di prodotti che un tempo non destavano molta attenzione. Sto parlando delle cover e delle custodie per tablet e smartphone prodotti tecnologici che appartengono alla nuova era del 2000. C'è chi si accontenta di cover e custodie tablet e laptop semplici e dozzinali e chi invece ama i prodotti più ricercati. Una cover personalizzata per smartphone avrà sicuramente un impatto più gradevole, potremo sentirla nostra ed anche farla diventare un bell'oggetto che  ci ricorda qualcosa, un 'icona della nostra vita se la personalizziamo con una foto ad esempio, di un viaggio, o in coppia con una persona per noi importante. 


Cover personalizzata per smartphone: tante idee  Se cercate un'idea d'autore e volete entrare in possesso di una cover personalizzata per il vostro smartphone potrete avvalervi di siti on line che offrono questo stup…

Divani letto con penisola: modelli, consigli e cenni storici

Il primo divano nella storia fu creato nel Paleolitico in seguito all'esigenza delle popolazioni di posare da qualche parte il loro pesante strumento di lavoro,  erano realizzati  in pietra. Solo più tardi si pensò di usare altri materiali, quali il legno e  il metallo, per rendere questo supporto più comodo e consono alla sua funzione. Entrato nella Storia, l'uomo iniziò a pensare che tanto lusso fosse destinato esclusivamente a una classe d'elite. I primi ad usufruire dei divani, furono i Faraoni dell'Antico Egitto e per un certo tempo,  il divano rimase una comodità riservata unicamente alla classe governante. Durante il Medioevo, gli Ottomani rivoluzionarono completamente il concetto di divano il quale divenne di uso comune, sia nelle classi  ricche che tra la popolazione benestante. Durante il governo di Luigi XV di Francia, i cittadini riuscirono finalmente ad ottenere il loro tanto agognato divano,  ma  solo  nel 1941  divenne di uso comune e destinato a tutti…

Salsa cubana e gestualità: come imparare a muoversi

I Balli caratteristici  del Caraibe sono numerosi, oltre alla ben nota salsa, derivante dal  Son, nelle sue varianti: Cubana, Portoricana, Losa Angles e New York Stile, troviamo la romantica Bachata e il Merengue di provenienza domenicana, inoltre vanno ricordati i  balli folcloristici provenienti da Cuba quali la Rumba e l'Afro. Il  più giovane e moderno dei balli che sta spopolando in Cuba è sicuramente il reggaeton, qualunque sia il genere danzario che decidiamo di ballare e interpretare è buona norma perfezionare il proprio stile grazie a dei corsi specifici di gestualità. Attualmente i corsi digestualità o portamentoesistono sia al femminile che al maschile, anche se, tendenzialmente sono in prevalenza corsi al femminile, mentre gli uomini di solito frequentano sporadici stage di gestualità. A mio avviso l'uomo ha maggior difficoltà, rispetto alla donna ad acquisire determinati movimenti corporei. Nei corsi di gestualità femminile di salsa cubana, si insegna l'uso del c…